Navigation


Il castello e la fortezza dello Spilberk

Il castello Spilberk fu fondato nel tredicesimo secolo dal re ceco Premislo Ottocaro II come residenza e postazione difensiva e fortezza per la protezione della cittá reale di Brno. Ha passato il suo periodo d´oro durante il regno dei margravi di lussemburgo, che hanno governato da qua l´intera Moravia. Dal Quattrocento gli é rimasta solo la funzione difensiva. Nel 1560 é stato acquistato dalla nobiltá di Moravia, tenuto conto della sua importanza per Moravia, e subito dopo venduto da essi alla cittá di Brno. É rimasto nella proprietá della cittá fino al 1621, in quel tempo gli fu sequestrato poiché la cittá di Brno ha partecipato alla riscossa contro gli Asburgo, ed é di nuovo diventato patrimonio della nobiltá locale.

Ha avuto una parte importante specialmente durante la guerra dei Trent´anni, quando nel 1645 assieme con la cittá di Brno ha resistito al immensa predominanza dell´esercito svedese. Dopo fu trasformato nella fortezza barocca piu imponente sul territorio di Moravia.

Nel 1783 l´imperatore Giuseppe II. ha deciso di trasformare una parte della fortezza di Spilberk in prigione piu pesante dela monarchia. Per questo scopo sono state ristrutturate le casematte, che finora servivano come un deposito del materiale militare. Dopo il 1809, quando l´imperatore Napoleone ha fatto distruggere alcune parti importanti della fortezza, il Castello Spilberk ha perso la sua importanza militare di prima. La fortezza fu completamente trasformata nel 1820 in una grande prigione civile. La prigione fu determinata per i deliquenti che hanno commesso i delitti piu gravi, ma occasionalmente qua sono stati imprigionati anche delle persone che s´impegnavano ad ottenere la libertá piu i diritti democratici nelle loro nazioni e paesi, quelli possiamo chiamarli i prigionieri politici. Giá alla fine del Settecento furono imprigionati qua i rivoluzionari francesi catturati e i loro seguaci dell´ Ungheria – cosiddetti Giacobini ungheresi, negli anni 20 e 30 dell¨Ottocento c´erano i patrioti italiani – cosiddetti „carbonari„ piu i seguaci del movimento „Giovane Italia“, nella metá dell ´Ottocento i partecipanti della riscossa di Cracovia.

Dopo l´abolizione delle prigioni dall´imperatore Francesco Giuseppe I, nel 1855, il Castello Spilberk é diventato caserma militare fino al 1959. Durante la prima guerra mondiale e all´inizio dell¨occupazione nazista i spazi locali si riempivano di nuovo da prigionieri politici. Dal 1960 Il Castello Spilberk é diventato residenza del Museo della cittá di Brno. Nel 1962 é stato dichiarato un monumento culturale nazionale. Recentemente ha subito una ristrutturazione ampia ed estesa, la quale ha trasformato l´edificio nella dominante decente della cittá di Brno. Nelle esposizioni e mostre i visitatori vengono a conoscere piuttosto la storia del Castello e della cittá assieme con l´arte figurativa e architettura di Brno. Nei mesi estivi i cortili del Castello sono rianimati da una gamma di eventi culturali.